Giovedì 23 Ott 2014 08:52:55
CONTATTI LOGINREGISTRATI
English Italiano
Testata
Grecia
Grecia
News - Economia

Crisi Grecia; Nuovo downgrade Standard & Poor’s

Italia redazione ilmediterraneo
Stampa PDF

StandardpoorsROMA- Le parole del cancelliere Angela Merkel e la successiva approvazione concernente il secondo pacchetto di aiuti ellenici da parte del Bundenstag, non sono bastati a Standard & Poor’s che ha nuovamente declassato la Grecia, allineandosi al pensiero dell’agenzia Fitch.
 

Non c'è garanzia di successo al 100%”, aveva spiegato ai colleghi parlamentari poco prima del voto la Merkel.  Ma seguendo questa strada “le chance superano i rischi”, mentre un fallimento incontrollato della Grecia avrebbe “conseguenze incalcolabili anche per i tedeschi”. Le parole hanno però suonato come un possibile default ellenico e l’agenzia statunitense di rating Standard & Poor’s ha nuovamente declassato il Paese europeo da “CC” a “SD”, ossia default selettivo. E così dopo l’agenzia europea Fitch anche gli analisti di S&P si sono accodati e hanno tagliato i rating sui titoli a lungo e breve termine.
 

La notizia è arrivata ieri sera, a tre giorni dal lancio dell'operazione di "swap" o scambio dei titoli greci, a cui sono chiamati i creditori privati dopo il difficile accordo raggiunto una settimana fa. Ma Atene ha subito tranquillizzato l’opinione pubblica: "Il nuovo taglio del rating era atteso" e "tutte le sue conseguenze sono state anticipate" grazie alle decisioni prese dal Consiglio europeo e dall'Eurogruppo, ha precisato il ministero delle Finanze di Atene pochi minuti dopo la notizia del downgrade. E ricorda come il ribasso "non avrà alcun impatto sul settore bancario greco, vista la liquidità fornita dalla Banca centrale della Grecia e dall'Efsf", il Fondo salva-Stati europeo.
 

Le misure di austerità stanno strozzando il popolo ellenico e continuano a impedire un’effettiva ripresa economica. “La Grecia sta praticamente arrivando al punto di non avere più alternative, se non quella di abbandonare l’euro”, ha ammonito il premio Nobel per l’Economia, Paul Krugman. Secondo l’autorevole economista, che è stato intervistato da Bloomberg, “quello che certamente si verificherà sarà una recessione dell’Area-Euro e il default della Grecia, con la possibilità che Atene arrivi persino all’abbandono dell’euro. Niente di tutto ciò renderà la vita facile al Portogallo e agli altri Paesi in difficoltà”.


Martedì 28 Febbraio 2012

ITALIA - redazione ilmediterraneo
Grecia
Grecia
News - Economia

Atene: aumentano le banche del cibo per i più bisognosi

ITALIA - redazione ilmediterraneo
Egitto
Egitto
News - Cronaca

Egitto: ordigno esplode nel centro del Cairo, 13 feriti

ITALIA - redazione ilmediterraneo
Italia
Italia
News - Economia

Sonatrach, il futuro dell'Algeria tra investimenti e…